Bumble ha anche una sorta di propria versione del Club Frecciarossa, che si chiama VIBee, “un’esperienza esclusiva per un gruppo selezionato di utenti”.

Once Nella scala dell’approccio all’impegno, se al grado 0 c’è Pure, al 10 c’è Once.

Happn ha anche ampliato il raggio d’azione, consentendo ai propri iscritti di specificare per quali attività si rendono disponibili: uscire a mangiare fuori, bere qualcosa, vedere un film, fare una passeggiata, andare a correre o uscire per locali.

Il profilo si crea istantaneamente, e serve per trovare persone nei paraggi con le quali incontrarsi.

Le sessioni durano solo un’ora, perché in quel lasso di tempo si sceglie la persona da incontrare. Per usare l’app è necessario essere maggiorenni e non funziona senza l’attivazione della geolocalizzazione.

Secondo i dati comunicati, più di un milione di download dell’app a settimana e 7.3 milioni di messaggi inviati ogni giorno. Basta iscriversi, e anche senza completare l’approfondito questionario offerto per far lavorare al meglio l’algoritmo che trova il match della vita, si viene letteralmente sommersi di messaggi.

In mancanza di informazioni altre, i più si collegano al nick name per trovare un appiglio “: spizza chi vuoi, senza farti vedere (6 mesi a 9.99 al mese, 3 mesi a 14.99 euro al mese, o 19.99 euro per un mese solo).

Novità rispetto alle precedenti osservazioni, è la propensione degli utenti a scrivere messaggi in due lingue — italiano e inglese — o direttamente solo in inglese. Compare nella lista dell’App Store tra le varie concorrenti, alle quali, però, ha molto da invidiare.

La grafica è rudimentale e le differenze rispetto al panorama circostante non sembrano bastare a farla svettare.e Harmony È il servizio per chi prende la questione di coppia molto sul serio.20 milioni di iscritti e 438 nozze al giorno di persone che si sono conosciute sulla piattaforma.Segnala quindi nella home solo le persone vicine, o che lo sono state, per cui la lista dei candidati/e non è troppo affollata.I profili sono ricchi, e se si accede via Facebook si vedono gli amici in comune, gli interessi in comune, le foto di Instagram dell’utente.L’app infatti vanta il fatto di non richiedere collegamenti a Facebook, come Tinder, né questionari da riempire, come e Harmony. Non permette di caricare foto dal rullino, ma obbliga l’utente a farsi una selfie sul momento, per evitare l’effetto foto-fake.